stemma Comune di Costigliole Saluzzo
home page separatore contatti separatore cartina
Comune di Costigliole Saluzzo
seguici su: logo worketin
 
I prodotti tipici

L'uva
Vino rosso del saluzzese, insieme al "Pelaverga" della Valle Bronda, il Quagliano è coltivato su una breve fascia collinare che si estende da Costigliole Saluzzo a Busca.
Il grappolo ha acini grossi, viola intenso a maturità, la polpa e succosa e zuccherina e per questo è indicato per i dessert. Il vino è di un bel viola intenso, ha un tenue profumo di frutta e un sapore amabile, dimedio corpo, con bassa alcolicità.
La recente tendenza a valorizzare anche i vitigni minori ha portato l'interesse anche su questa coltivazione che è in corso di riconoscimento come "Colline Saluzzesi - Quagliano di Costigliole d.o.c.". Attualmente a Costigliole sono ventisette i proprietari che hanno appezzamenti a vigna con Quagliano.
icona pdfScarica la scheda a cura dell'ufficio turistico

La mela
Il territorio con il suo microclima e la sua posizione pedicollinare permette di produrre un frutto che solo in queste condizioni riesce ad esprimersi in tutto il suo sapore: LA MELA.
L'intenditore di questo frutto trova qui soddisfazione alle sue esigenze: sapore e colore sono esaltati da questa terra particolarmente vocata alla produzione frutticola. Tutte le aziende sono da una assistenza tecnica capillare e puntuale che applica le norme regionali della produzione integrata a basso impatto aziendale, assicurando coś al consumatore un prodotto sano e ottenuto nel rispetto dell'ambiente.

L'albicocca
A Costigliole si produce la tipica albicocca chiamata appunto TONDA di Costigliole. È prodotta nella parte collinare dei comuni di Busca, Piasco, Verzuolo, Manta, Saluzzo e in tutto il territorio di Costigliole Saluzzo dove la varietà ammonta a circa 2500 ton. ed interessa una superficie coltivata di circa 250 Ha. Si hanno cenni storici della sua coltivazione risalenti fin dagli inizi dell'800, sicuramente favorita dalla peculiarità del clima e dell'orografia del territorio. Si è, infatti, in presenza di un microclima caratterizzato da mite temperatura primaverile e da estati calde ma ventilate, inoltre la prossimità dei sistemi montuosi e le relative brezze giornaliere determinano una bassa umidità relativa dell'aria, fattori che uniti all'altitudine, favoriscono processi di colorazione dei frutti, e l'accumulo di sostanze nutrive ed aromatiche nella polpa, davvero uniche nel panorama varietale nazionale.
IL FRUTTO è caratterizzato da forma ovale- ellitica con apicearrotondato leggermente incavato.
LA BUCCIA si presenta di colore giallo intenso aranciato chiaro, con sovraccolore rosso sfumato, di spessore medio e a volte sensibile alle spaccature.
LA POLPA di colore aranciato chiaro, mediamente soda, di tessitura medio fine. Il frutto è di sapore e profumo eccellenti; nonostante la modesta pezzatura possiede caratteri di tipicità quali l'aromaticità della polpa, unita ad ottimo equilibrio acidità/zuccheri che la pongono al vertice della qualità organolettica.
Viene prodotta in piccoli frutteti a coltivazione familiare e con la massima cura viene raccolta nel mese di luglio dalle mani esperte dei suoi coltivatori. Viene consumata per lo piu' nel Nord-Ovest, particolarmente dulla Riviera Ligure dove è apprezzata e ricercata. Il prodotto esportato viene collocato in mercati particolarmente esigenti in fatto di qualità.